Casa Freccia

Pronto soccorso

Fate i bunny-scout, tenete sempre a portata di mano:

  • siringhe usa-e-getta da 1 e da 5 cc. e anche più grosse per l'alimentazione o l'idratazione forzata (ovviamente, in questi ultimi casi, senza ago!)
  • soluzione salina 0.05% (quella per le lenti a contatto), ottima per pulire le ferite
  • Simeticone in gocce (Mylicon pediatrico) o altro, per i blocchi gastrointestinali con gas -non usate l'olio minerale per gatti, contiene grassi animali: fatevi consigliare dal vet
  • Lactobacillus acidophilus o altri fermenti probiotici, NON yogurt
  • omogeneizzati alla verdura o frutta, ma solo se senza zucchero e, soprattutto, senza dolcificanti chimici; vanno bene anche le puree di frutta al naturale.
  • soluzioni a base di perossido di idrogeno (acqua ossigenata: ricordate che la soluzione al 3% può essere citotossica per i fibroblasti e ritardare la cicatrizzazione: usatela solo per le ferite superficiali) o di iodio, come il Betadine: va bene per pulire le ferite SE DILUITO: se puro, può ritardare la crescita delle nuove cellule; è ottimo se diluito con la soluzione salina in rapporto 1-2 ml./ 1000 ml di soluzione. Il Betadine macchia un po' certi tessuti e anche il pelo, ma poi dal pelo va via. Attenzione agli anelli, invece: rovina l'argento, l'oro non sappiamo (l'umana si rifiuta di collaborare al progresso della scienza...)
  • sapone antisettico
  • garze, cotone e bende sterili, anche elastiche
  • bastoncini per le orecchie
  • termometro pediatrico rettale infrangibile (meglio se di plastica), o termometro digitale
  • un antibiotico prescritto dal vet
  • un antidolorifico/analgesico *prescritto* dal vostro vet con le dosi per il vostro coniglio scritte bene in evidenza (l'analgesia è MOLTO importante per i conigli)
  • forbici a punte smussate (per accorciare il pelo intorno alle ferite)
  • borsa dell'acqua calda per problemi di ipotermia, possibili nei conigli che vivono fuori (mai usarla direttamente sul coniglio, avvolgetela prima in un asciugamano)
  • compresse rinfrescanti, come quelle usate dagli sportivi per le contusioni, per l'ipertermia
  • strofinacci, tovaglioli e copertine
  • un tronchesino per le unghie
  • per umani un po' ossessivi, un otoscopio a poco prezzo (alcuni sono carissimi), per controllare orecchie, molari, ecc.
  • una spazzola
  • un pettinino per pulci
  • un trasportino a portata di mano per qualsiasi emergenza
  • il numero di telefono di emergenza del vostro vet!

    SIAMO NEI GUAI? Riconoscere un'emergenza
    Non è sempre così facile distinguere una vera emergenza: questa lista include i sintomi più comuni di malessere che necessitano di intervento veterinario immediato.
    Io sono solo un coniglio: chiamate sempre il vostro vet di fiducia, cercate di essere chiari, di riportare TUTTI i sintomi e le alterazioni che avete notato.
    Ricordate che VOI conoscete il vostro coniglio meglio di chiunque altro!

  • -Incoscienza / Coma / Assenza di risposta agli stimoli
  • -Problemi respiratori/cianosi
  • -Emorragia intensa
  • -Diarrea intensa
  • -Ingestione di sostanze tossiche
  • -Inabilità nell'uso di un arto
  • -Convulsioni/collasso
  • -Incapacità di urinare/minzione dolorosa
  • -Colpi di calore
  • -Congelamento
  • -Attacco da parte di altri animali (anche se non ci sono ferite, ricordate che lo shock causato da un'aggressione può modificare profondamente la pressione sanguigna del vostro amico e altri meccanismi omeostatici)
  • -Scosse elettriche (da rosicchiamento di fili): possono provocare edema polmonare, ustioni alla bocca e, nei casi più gravi, arresto cardiaco
    OK, è un' EMERGENZA ! Che devo fare?

    Letture con(s)igliate:

  • Frances Harcourt-Brown, DVM, "Textbook of rabbit medicine", Butterworth-Heinemann, 2002
  • Paul Flecknell, DVM, "Manual of rabbit medicine and surgery", British Small Animal Veterinary Association
  • Hillyer and Quesenberry, "Ferrets, Rabbits, and Rodents, Clinical Medicine and Surgery", 1997, W.B. Saunders Company
  • Laber-Laird, Swindle & Flecknell, "Handbook of Rodent and Rabbit Medicine", 1996, Pergamon Press