Casa Freccia

LA MALATTIA EMORRAGICA VIRALE

E’ una malattia virale (Caliciviridae) estrememente contagiosa e mortale che colpisce solo noi conigli domestici e selvatici del genere Oryctolagus (coniglio europeo).
Causa una gravissima forma di epatite con scompenso dei sistemi di coagulazione.

La MEV (in Inglese VHD -Viral Haemorragic Disease, ma anche RHD -Rabbit Haemorrhagic Disease, RCV -Rabbit CaliciVirus, o RCD -Rabbit Calicivirus Disease) è stata scoperta per la prima volta in Cina nel 1984 e in Europa nel 1988. Secondo alcune stime, solo in Italia ha causato la morte di migliaia di conigli domestici ed è ormai quasi endemica in tutta Europa.
Una malattia, caratterizzata da emorragie tracheali e polmonari, edema e epatite necrotica, con altissima mortalità, è stata osservata sin dal 1980-1985 nella lepre comune europea (Lepus europaeus) e nella lepre variabile (Lepus timidus) in diversi Paesi europei. (Morisse et al. 1990, 1991; Gavier-Widen and Morner, 1991). La malattia, denominata "Sindrome della lepre comune europea" (European Brown Hare Syndrome), è molto simile alla MEV.

Il contagio può avvenire per contatto diretto, per via aerea, nell'acqua, nel cibo, su abiti, fieno, insetti e altri animali domestici (che NON sono affetti dalla MEV ma possono semplicemente trasportarla) e anche da deiezioni di uccelli. Quindi è anche possibile che una semplice passeggiata in campagna o in un parco comporti il trasporto a casa del virus e la trasmissione della MEV al nostro coniglio. Se non riuscite a far vaccinare il coniglio, è meglio evitare comportamenti a rischio come alimentarlo con fieni e mangimi "del contadino", o erbe raccolte in pieno campo, in quanto potrebbero essere contaminati.

Il periodo d’incubazione è molto breve e può variare da poche ore a 1-3 giorni.
Si possono avere:

  • una forma iperacuta: gli animali colpiti muoiono improvvisamente senza sintomi.
  • una forma acuta: con anoressia, letargia, depressione, emorragie dal naso, dall'ano, dalla bocca, febbre, respirazione difficoltosa, contrazioni muscolari, spasmi, cianosi, lesioni a carico del fegato. Altri organi colpiti: timo, trachea, polmone, milza, reni, vescica e linfonodi, con edema e emorragie. Gli animali muoiono per emorragia interna in 1-2 giorni.
  • una forma sub-acuta: sintomi simili a quelli riscontrati nella forma acuta ma più attenuati. In questi casi possono comparire anticorpi specifici neutralizzanti che possono permettere, anche se raramente, la sopravvivenza.
    I coniglietti con meno di 8-10 settimane non sono affetti dalla MEV, ma riescono ad espellere il virus e a sviluppare anticorpi.
    Il virus può essere individuato anche nella carne di coniglio (ARGH!) congelata e può resistere in ambienti favorevoli anche per 6 mesi.
    Non esiste alcuna terapia; le statistiche sulla percentuale di decessi parlano di mortalità nel 70 - 100% dei casi ed è una morte orribile.
    L'unica prevenzione è il vaccino: dato che la malattia è trasmissibile in così tanti modi differenti, fate vaccinare anche i conigli che vivono in appartamento, mi raccomando!

    So che alcuni veterinari non effettuano questo tipo di vaccinazione: perchè? Anche se la probabilità di contagio fosse bassissima, perchè rischiare? Fateci sentire la vostra opinione!
    NB: a causa delle gravi implicazioni, la Malattia Emorragica Virale è soggetta a denuncia alla polizia veterinaria (O.M. 8/9/1990).
    Se volete saperne di più e vedere gli effetti:
    la House Rabbit Society of Australia si batte per la legalizzazione del vaccino ma ATTENZIONE!! Le foto sono raccapriccianti...evitate se siete molto sensibili.

    Letture con(s)igliate:

  • Frances Harcourt-Brown, DVM, "Textbook of rabbit medicine", Butterworth-Heinemann, 2002
  • Paul Flecknell, DVM, "Manual of rabbit medicine and surgery", British Small Animal Veterinary Association
  • Hillyer and Quesenberry, "Ferrets, Rabbits, and Rodents, Clinical Medicine and Surgery", 1997, W.B. Saunders Company
  • Laber-Laird, Swindle & Flecknell, "Handbook of Rodent and Rabbit Medicine", 1996, Pergamon Press