Avete dubbi, perplessità? Vi servono altre informazioni?
Scrivete al nostro esperto in culinaria,
ARIEL ACETO

Utilissime informazioni sulla corretta alimentazione in una relazione della dott.sa Marta Avanzi al congresso "Dalla padella all'abbraccio", tenuto a Ferrara il 12/01/03, che potete leggere qui

Casa Freccia

Vegetali lapinocommestibili

a cura di FrecciaBaciccia Topone, titolare e chef mâitre del ristorante Da-ô cunìggiu giàncu, Genova

Menu à la carte: VERDURE

N.B.: le verdure segnate con gli asterischi *** contengono un'alta percentuale di Ossalati che possono causare problemi se accumulati in grandi quantità: non eliminatele perchè sono *molto* importanti per la nostra alimentazione, ma non servitecele più di 2-3 volte alla settimana.

  • Alfalfa, erba medica (molto ricca di calcio e ossalati, non va data fresca ne' tantomeno umida)***
  • Basilico ***
  • Bietole erbette e da costa**
  • Borragine (i fiori sono molto buoni!)
  • Broccoli **
  • Carciofi (rigorosamente senza spine)
  • Carote (le cime sono buonissime, ma molto ricche di calcio)
  • Cavolfiore **
  • Cavolini di Bruxelles ***
  • Cavolo cinese**
  • Cavolo cappuccio e verza**
  • Cavolo nero toscano ***
  • Cicoria selvatica ***
  • Coriandolo **
  • Crescione d'orto e d'acqua (raccolto in zone sicure)
  • Erba cipollina ***
  • Finocchio
  • Foglie di faggio, corbezzolo, melograno, olivo, gelso, frassino, malva, nocciòlo, salice, tiglio, olmo, ontano, carpino, sorbo, ibisco (senza pesticidi e anticrittogamici o inquinate dai gas di scarico)
  • Foglie di nasturzio(anche i fiori!) e di senape ***
  • Indivia riccia *
  • Lattuga romana
  • Menta e m. piperita ***
  • Ortica (secca...è meglio!!!!) ***
  • Peperoni (solo il frutto: foglie, fusti e piccioli sono tossici anche per gli umani; meglio togliere anche i semini)
  • Pomodori (solo il frutto: foglie, fusti e piccioli sono tossici anche per gli umani; i semini dei pomodori, invece, sono innocui e possono essere mangiati)
  • Porcellana ***
  • Prezzemolo ***
  • Radicchio ***
  • Rape e ravanelli (anche foglie e cime) ***
  • Rutabaga e scorzonera
  • Scarola *
  • Sedano e sedano rapa
  • Spinaci **
  • Tarassaco, dente di leone (no pesticidi)***
  • Topinambur
  • Trifoglio (molto ricco di calcio e ossalati, non va dato umido)***
  • Zucca e zucchini (anche le foglie e i fiori)


Quanta verdura? Indicativamente, circa 150-200 grammi per chilo di peso del coniglio al giorno, ma dipende molto dall'eta', dalla sedentarieta' e, in ultima analisi, dal metabolismo del singolo coniglio. Per non perdere tempo a pesarla, potete formare un mucchio di verdure varie delle stesse dimensioni del coniglio: suddiviso in due pasti, sara' la dose quotidiana di fibra vegetale del vostro amico (con il fieno sempre disponibile).
I cavoli, gli spinaci e le bietole possono provocare eccessiva fermentazione e gas intestinali ad alcuni conigli: provate con poche foglie alla volta, perché in generale noi li apprezziamo (soprattutto i broccoli) e d'inverno sono fra le poche verdure non forzate in serra (per i conigli che come Me medesimo, Freccia, preferiscono un'alimentazione naturale e biologica).

E' meglio non darci troppa lattuga, soprattutto d'inverno, quando è coltivata in serra e troppo ricca di Nitrati.

Piselli e fagiolini freschi possono dare problemi intestinali: sono troppo ricchi di amidi. Le taccole (piselli mangiatutto) sono preferibili, ma senza esagerare.
Le erbe aromatiche in generale possono essere consumate senza problemi, a patto di evitare battute di pessimo gusto...

Non date mai:
-verdure surgelate, decongelate o cotte
-patate
: contengono troppi amidi che possono causare problemi digestivi anche gravissimi;
-mais crudo;
-legumi crudi o cotti
: contengono lecitine, che ci fanno male: state alla larga soprattutto dai fagioli;
-foglie di tè o caffè;
-aglio e cipolle
: sono antibatterici, ma, soprattutto per gli erbivori, i batteri intestinali "buoni" sono fondamentali per la sopravvivenza: aglio e cipolla ammazzano anche i batteri "buoni". Inoltre, per i conigli sono immunodepressivi (NB: gli steli di erba cipollina sono buoni!) ;
-foglie e fusti di rabarbaro
.

Se il vostro coniglio ha o ha avuto problemi di calcoli, o se preferite comunque controllare l'assunzione di calcio, limitate: alfalfa (erba medica), cicoria selvatica, tarassaco, trifoglio, prezzemolo, cime di carota, Brassicacee (tutta la famiglia dei cavoli e delle rape) e i pellets più ricchi di granaglie, ovviamente!.

  • Per saperne di piu' sui Calcoli renali

    DESSERTS DI FRUTTA (A PICCOLE DOSI)

  • Albicocche (snocciolate: tutti i nòccioli della famiglia Prunus contengono prunasina e sono tossici)
  • Ananas (ottimo per la digestione se fresco)
  • Arance (niente buccia se non è assolutamente senza cere e antimuffe)
  • Banane (attenzione, danno "dipendenza"!!!)
  • Ciliegie (da snocciolare, i nòccioli sono pericolosi)
  • Fichi freschi
  • Fragole
  • Kiwi
  • Lamponi
  • Mango
  • Mele (attenzione ai semi, sono tossici)
  • Melone
  • Mirtilli
  • Papaya (ottima per la digestione se fresca: soprattutto le foglie contengono gli enzimi proteolitici "papaina" e "chimopapaina")
  • Pere
  • Pesche (senza nòcciolo)
  • Prugne (senza nòcciolo)

    Fonti:
    --House Rabbit Society
    --P. Cheeke,
    "Rabbit feeding and nutrition", Orlando, Academic Press, 1987 (disponibile su Amazon.com)
    --M.Avanzi,
    "I conigli: il nano e le altre razze da compagnia", DeVecchi Editore